Intervista a Franz Haller by Franco Bilotta

Intervista:

Perche' hai scelto questo sport?
Praticando il Karate da ragazzino, perche' mi sembrava un mondo tutto SUPERIORE al
Pugilato, per via della filosofia orientale ecct. mi sono fermato scoprendo la competizione, misurarsi uomo contro uomo,
il contatto pieno mi sembrava ovvio, e eccomi all' inizio con il (Karate) Full-Contact, poi Kickboxing e alle fine Thaiboxing.

Ti ricordi qualche match importante per te?
Contro Sam Montegomery , Gennaio del 1985 a San Jose' California allora ancora PKA e Febbraio 1986 a Vancouver in Canada contro Sam Montegomery WKA. Match persi di strettissima misura,
ma mi hanno riportato in crescita dopo le due sconfitte subite contro Youssef Zenaf, il quale ha distrutto il mio "regno"
nel Full-Contact.

Cosa pensano i tuoi collegi illustri come Ferdinand Mack e Massimo Liberati, siccome sei stato uno di loro di essere passato alla Kickboxing e alla Thaiboxing?
Io mi sono adeguato alla situazione e sviluppo di questo sport, ma questo non toglie niente a questi due grandi campioni per esempio.Non ho idea cosa pensano di me.

Perche' allora non ti sei adeguata anche alla situazione economica e hai fatto il bravo dilettante combattendo anche da pro come tutti gli altri?Per me la vita esistenziale e' una sfida, e' una grandissima opportunita' e avventura, perche' adeguarmi
e forse "salvarmi" non vedo un grande danno se uno come me crepa con la sue idea, questa e' la mia" liberta".

Cosa pensi della situazione politica-federale-sportiva in Italia del nostro sport?

Noi del Full-Contact e Semi Contact, siamo stati
travolti all'inizio degli anni 90' con questa disciplina di nome Kickboxing.La classifiche negli USA dividevano gia' negli anni 80' tra campione di Full-Contact e sfidanti e campione di Kickboxing e sfidanti.
Jean Plas e Tom Harink parlano di Kickboxing dall'OLanda.
Allora Ennio Falsoni dovette adeguarsi e creo' la Low Kick come disciplina nuova in casa WAKO
Oggi La FIKeDA rappresenta la Kickboxing CONI in Italia, grazie ai suoi tesserati, alla sua contabilita' ufficiale e trasparente.

Cosa pensi delle sigle?

Troppe! La situazione ideale sarebbe, la WAKO per i dilettanti e confermare il Campionato del Mondo ogni due anni.Per i professionisti le sigle dovano aggiornare assolutamente le classifiche, attenzione di non vendere i Titoli pur per tirare su dei Sanction-Fees.

www.franzhaller.tk

Tanti saluti
franz haller

Dite la vostra nella sezione FORUM di questo Portale!