FIGHTING DAY by MV

Bellissima serata sabato 19 marzo al Palasport Ruggi di Imola, dove il m° Matteo Valentini del Pro-fighting Imola, ha messo in scena la quinta edizione di una delle ormai classiche tappe nazionali degli sport da combattimento, il FIGHTING DAY. Grandi effetti speciali anche quest'anno, con luci, musica rock, ringirl e un maxi-schermo che ha reso la visione degli incontri ancor più spettacolare.

Ad aprire la serata , dopo la presentazione degli atleti, è stato il gruppo di ballo New Physical Dance della palestra New Physical Club, che si è esibito su alcune coreografie hip-hop e funky, dell'insegnante Elisa Gollini. Si è entrati poi subito nel vivo del galà con il primo incontro classe N tra Arianna Leonardis (Athletic Gym Domodossola) e Claudia Deperini (P.F. Sempre Avanti Bologna), vinto da quest'ultima ai punti. Nel secondo match, anch'esso terminato ai punti, buona prova di Jacopo Costa (Pro-Fighting Imola) che si aggiudica il verdetto dei giudici ai danni di Nazario Gualdi (P.F. Forlimpopoli). Dai due match classe N si passava poi ad altri due incontri classe C; il primo tra Nanni Carlo (Pro-Fighting Imola) opposto al poderoso Vlad Pop (School of Fighting Roma), vinto da Nanni grazie ad un estenuante lavoro di ginocchiate d'anticipo sulle bordate di pugno dell'atleta del m° Smeriglio. Il secondo incontro classe C della serata vedeva invece il confronto di thai-boxe tra Roberto Reno (Pro-Fighting Imola) e il più esperto Salvatore Congiu (Athletic Gym Domodossola); match molto combattuto che al termine delle tre riprese ha premiato il fighter imolese grazie ad un ottimo e preciso lavoro in clinch.

La serata continuava a crescere di livello con le prime pool del torneo di k-1 style ad eliminazione diretta, tra quattro ottimi atleti (Azar, Laghi, Pasquarella, Radoi) nella categoria dei 63,5 kg, che si sono affrontati per vincere il trofeo "Super Champ W.P.L.". Nella prima pool, tra Omar Azar (Shoot team Faenza) e Gaetano Pasqurella (P.F. Tonic Milano), l'ha spuntata a sorpresa il faentino di origini marocchine, aggiudicandosi così un posto nella finale. La seconda pool ha visto riproposta la sfida tra Viorel Radoi (School of Fighting Roma) e Vladimiro Laghi (P.F. Forlimpopoli); i due si erano già affrontati a Bologna, all'interno della manifestazione Gladiatori 4 dello scorso novembre, dalla quale ne era uscito vincente con verdetto unanime il giovane Radoi. Anche questa volta, ma di stretta misura, l'atleta rumeno è riuscito a convincere i giudici e ad aggiudicarsi il posto per la finalissima del torneo.

Nel settimo match della serata, si è potuti assistere ad una vera e propria battaglia tra Luigi Meneghel (Athletic Gym Domodossola) e Massimiliano De Simone (Black Dragon Carpi), terminata giustamente in parità. L'ottavo incontro ha mostrato a tutto il pubblico presente una superba prova dell'imolese Poletti Damiano (Pro-Fighting Imola) che si è aggiudicato uno spettacolare combattimento ai danni del coriaceo Alessandro Tigano (P.F. Tonic Milano). Poletti, oltre ad aver dimostrato una notevole crescita a livello tecnico, ha dato prova di gran carattere, riuscendo a riprendersi perfettamente da un conteggio subito dal milanese a metà della seconda ripresa grazie ad un potente gancio. Come se niente fosse, l'ateleta del m° Valentini, ha ricominciato ad imprimere il suo ritmo, conquistando il più che meritato verdetto finale. Dopo la premiazione di Poletti si passava quindi alla finale del torneo, dove Viorel Radoi ha dovuto sudare non poco per avere la meglio su un indomabile Azar. Al termine delle quattro riprese, il fighter della School of Fighting di Roma conquistava il trofeo "Super Champ W.P.L. cat.-63,5kg", premiato dal m° Matteo Valentini.

Decimo incontro della serata tra Matteo Romagnoli (Black Dragon Carpi) e Maurizio Mazzurri (Athletic Gym Domodossola), probabilmente il match più bello della serata tra due autentici combattenti; da una parte l'essenza tecnica e stilistica di Romagnoli e dall'altra la potenza e tenacia di Mazzurri, hanno dato vita ad un autentico spettacolo, terminato ai punti a favore dell'ottimo Matteo Romagnoli.

Il match clou della serata, molto atteso dagli appassionati imolesi, vedeva il confronto tra l'esperto Corrado Sestito (Athletic Gym Domodossola), 84 match all'attivo, camp. Mondiale di kickboxing, camp. Europeo di Full Contact e Thai-Boxe, ed il forte emergente Matteo Luppi (Pro-Fighting Imola), camp. Italiano thai-boxe dilettanti. Purtroppo l'imolese, visibilmente bloccato dall'emozione, non è riuscito ad entrare nel match, lasciando via libera alle iniziative del brillante Sestito. All'inizio della seconda ripresa l'epilogo, Sestito incrociava con un sinistro il naso di Luppi che cominciava a grondare sangue, richiedendo necessario l'intervento del medico che decretava prematuramente la fine del match.

Ottime comunque le prestazioni degli atleti del m° Valentini, che hanno conquistato quattro importanti vittorie su cinque, tra le quali va sottolineata la prova di Poletti Damiano.

Un doveroso ringraziamento va al Comune di Imola, che ha gentilmente concesso il patrocinio e a tutti gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione di questo riuscito evento.


Vuoi sapere quando questo autore pubblicherà nuovi articoli, tramite sms iscriviti!o tramite e-mail iscriviti!

Copyright © 2001-2009MEGATHAI Tutti i diritti riservati.