Kick boxing Bari By FC

Eccezionale evento si è tenuto sabato 19 settembre a Curtatone in provincia di Mantova, nel palazzetto Boschetto, perfetta l'organizzazione dell'evento, perfetto il comitato di giuria e gli albitri tutti.

Noi del gruppo agonisti della Kick boxing Bari, diretto dal M° Ottavio Panunzio e, capitanato da Maurizio Rogandelli siamo partiti venerdì notte da Bari, dopo una notte in viaggio alle 8 del mattino siamo arrivati nel palazzetto Boschetto e subito siamo andati a fare l'iscrizione e il peso, purtroppo mancava Michele Assolutissimamente, venuto meno all'ultimo momento senza motivazioni importanti, con grandissima delusione del maestro e di noi compagni.

C'è da affermare che è stato organizzato tutto molto bene, e l'accoglienza è stata molto calorosa. Il maestro Panunzio infatti a trovato tantissimi amici di avventure e combattimenti passati. Si sono presentati in oltre 250 atleti, di tutte le categorie e d'entrambi i sessi, e di diverse nazionalità.

La competizione è iniziata verso le 13.30 dopo poco è stato chiamato in causa Ganni Nisi, categoria juniores/seniores peso -70 kg cinture gialla/arancione/verde, il quale ha trovato subito un atleta molto forte e ha perso il combattimento x poco, si è difeso bene e ha messo a segno dei colpi puliti, il suo avversario perrò è stato più veloce e più intelligente a gestire l'incontro, x Gianni Nisi ci vorrà una buona preparazione e maggiore impegno, è una promessa giovane del nostro gruppo agonisti e speriamo che avrà costanza e voglia di allenarsi in futuro, perchè è un atleta che può crescere tantissimo e aspirare a qualche titolo importante. In seguito è sceso sul tappeto Francesco Cuccovillo x la categoria Seniores peso -70 kg cinture Blu/marrone/nera, si aggiudica il primo incontro con successo, determinazione e predominio sull'avversario, nel secondo match ha trovato un'atleta dalle caratteristiche molto ambigue, e poco preparato, e nel secondo round Francesco ha commesso l'errore di caricare eccessivamente i colpi, ma non con cattiveria. Un diretto quasi alla fine dell'incontro ha messo KO l'avversario, in precedenza xrò erano stati richiamati dal giudice di tappeto entrambi gli atleti e, dopo questo colpo, giudicato eccessivamente forte, Francesco è stato squalificato. Anche Francesco è un atleta che promette bene, e se continuerà a partecipare a gare, e si preparerà costantemente in palestra il suo futuro sotto la guida del M° Pannunzio sarà promettente.

Dopo è salito sul tatami Saverio Fiore, categoria seniores peso -79kg cinture blu/marrone/nera, gran bell'incontro, ha trovato un avversario sicuramente alla sua altezza che ha dominato a pieno, gli girava in tondo e schivava molto bene i suoi colpi, portando serie di calci messi a segno con successo, unica pecca che non gli partivano i pugni e questo anche ha fatto la differenza, inoltre nella seconda ripresa sul finire, gli è mancato il fiato e la sua prestazione è calata notevolmente, e x questo i giudici hanno dato la sconfitta al nostro atleta, secondo me immeritatamente, tuttavia Saverio non si è lamentato e con molto spirito sportivo ha accettato il verdetto, seppur con delusione, perchè sapeva che quel avversario poteva essere vinto. Si rifarà nelle prossime gare, questa è la sua promessa, probabilmente a Latina.

Il Ns. capitano in seguito, è salito sul ring per la categoria seniores peso -69kg, cinture blu/marrone/nera, nel primo incontro ha trovato un atleta snello e agile come lui, che però non er alla sua altezza e ha subito l'incontro e ha lasciato il domino totale a Maurizio per tutti e due i round vincendo con giudizio unanime dei giudici. Nel secondo Match ha trovato un atleta fortissimo, un ragazzo della nazionale italiana. Un avversario veloce, determinato, quanto lui se non di più, l'avversario instancabile non ha lasciato spazio al nostro Maurizio, il quale si è difeso con onore e ha messo qualche colpo a segno che ha lasciato spiazzato il campione, tuttavia, il nazionale si è ripreso bene, e con molta maestria si è aggiudicato il primo round, nel secondo ha inquadrato il nostro capitano e non gli ha dato respiro, lo ha inseguito come un segugio. L'avversario del nostro capitano si è dimostrato un vero campione, un atleta meritevole di far parte della nazionale italiana, anche se in finale si è trovato un ragazzo più determinato che l'ha studiato a dovere e non gli ha dato tregua.

Grandissima soddisfazione ha dato Vito Stallone, soprannominato lo Stallone Italiano, che si è classificato al 2° posto nella categoria segnores + 94 Kg, ha trovato in finale il medagli d'argento ai Mondiali 2004 e medaglia d'oro agli Europei 2004, un vero picchiatore che non ha dato tregua al nostro stallone italiano, che è riuscito solo a difendersi con onore.

L'esperienza di questo evento ci ha fatto capire che la preparazione atletica dei nostri avversari è molto alta e che dovremo mettere più impegno se vorremo raggiungere in futuro, a livello agonistico, in italia e in europa dei risultati migliori, altra cosa importante e che il viaggio ci ha avvicinato ancora di più e ci siamo conosciuti meglio, e questo ci serve nei momenti di vittorie e i quelli di sconfitte.

Tutti noi atleti ringraziamo il M° Ottavio, per la sua pazienza, intelligenza, capacità di ascoltarci e di starci vicino in particolar modo nei momenti difficili, senza di lui, non avremmo mai raggiunto e superato dei traguardi e degli ostacoli, e speriamo in un futuro coronato di tante soddisfazioni atletiche, faremo sicuramente meglio.


Vuoi sapere quando questo autore pubblicherà nuovi articoli, tramite sms iscriviti!o tramite e-mail iscriviti!

Copyright © 2001-2009MEGATHAI Tutti i diritti riservati.