MUAY CHAYIA: LA VERITA' By A C


Da ricercatore, studioso ed appassionato di Arti Marziali Thai, non ho potuto fare a meno di interessarmi ad una scuola di Mae Mai Muay Thai molto antica, il Muay Chaya, nella quale mi sono "imbattuto" nel corso di alcune ricerche on line. Entrando nel sito dell'ultima scuola di Muay Chayia rimasta al mondo, ho subito notato alcune cose che,in quel momento,mi sono parse alquanto "strane". Innanzitutto,la location. Belle strutture, molto lussuose e confortevoli,ben lungi dall'immagine dei Kai Muay nei quali sono abituato ad allenarmi! In secondo luogo, l'assenza totale,nelle foto e nei video,di "farang". Due cose che stonano,in effetti…..in genere, strutture così confortevoli,in Thailandia, sono destinate a noi farang, abituati alle comodità ed al superfluo…… però……. non c'erano farang nelle foto! Nessuna traccia sul sito……Quindi,mosso da grande curiosità, decisi di scrivere al Maestro Preang, attuale caposcuola di questo misteriosa scuola…..inutile dire che le mie e-mail non ebbero mai risposta. Poi avrei capito il perché. Molti di noi occidentali, pensano che basti pagare, in Thailandia, per aprirci tutte le porte. Ciò,in parte,è vero. Purtroppo,l'indigenza di questo splendido popolo lo rende spesso vulnerabile di fronte al soldo facile. Ma, per fortuna, non è sempre così. Ad ogni modo, una volta in Thailandia, mi ripromisi,a qualunque costo, di andare a far visita al Maestro Preang. E così fu! Il giorno 19 marzo 2005, insieme al mio caro amico e compagno di svenutre thai, Simone Di Marco, mi recai a visitare il Maestro Preang durante le lezioni del fine settimana che si tengono al noto Lumpinee park (sala thai) ……. Ovviamente, arrivai lì fornito di telecamera e macchina fotografica, illudendomi che mi avrebbe fatto riprendere qualcosa. Invece,fin da subito,il divieto fu tassativo: niente foto e niente riprese video! Già questo,non prometteva nulla di buono……Scambiammo quattro chiacchiere,con l'aiuto di un "mediatore" (il Maestro non parla quasi per niente inglese), gli presentai il mio "curriculum" nell'ambito delle Arti Marziali thai,dopodiché,gli chiesi di poter provare ad allenarmi con loro. La risposta fu:"NO!". "Cominciamo bene!",pensai. Mi fece,comunque,assistere a pochi minuti dell'allenamento. Il giorno dopo,con una bella faccia tosta,mi ripresentai al cospetto del Maestro,stupito nel rivedere ancora la mia faccia. Gli chiesi,di nuovo,di potermi allenare con lui,e la risposta fu nuovamente: "NO!". Però,stavolta, mi fece prima assistere alla lezione dall'inizio alla fine poi mi chiese di mostrargli un Ram Awut (danza sacra con le armi). Io risposi che con non conoscevo molto bene le Ram (danze) con armi.

Egli, allora, non contentissimo, annui e continuò nel suo bellissimo e artistico Ram Awut con le Fun dab (Spade ) di legno. Al termine della lezione, vedendo che "l'italiano non mollava", mi chiese di mostrargli cosa sapessi fare a mani nude, combattendo con due dei suoi allievi, uno dei quali insegnante. Ingaggiai,col primo,un combattimento,ovviamente a mani nude, risoltosi a mio favore,in pochissimo tempo. Il secondo combattente era decisamente più tosto,ma anche con lui me la cavai,modestamente, in maniera egregia,seppur dopo essermi rimediato un bel taglio sopra l'occhio,da un colpo di nocca. Tutto questo,al Lumpinee Park, sotto gli occhi dei viandanti che si susseguono nel parco più popolare di Bangkok,e del mio amico Simone che esclamò:"Questo è pazzo!Si mena in mezzo alla strada con degli sconosciuti!". La cosa che più mi rese fiero fù che Khru Preang mi disse che avevo una buona tecnica e che non usavo solo la forza derivante dalla mia mole!!! Niente di più tonificante per il mio Ego!! Le mie visite si fecero frequenti,ed ogni volta il Maestro mi poneva davanti uno dei suoi. In quel periodo mi allenavo tutti i giorni al Chuwattana, uno dei migliori e più spartani campi della Thailandia (il campo da cui sono usciti decine di campioni del Rajadamnern stadium per intenderci),in vista di un match che,causa il mio peso,non si fece mai. Gli allenamenti massacranti e le condizioni di vita durissime,all'interno del campo, mi rendevano sempre più "suscettibile", per usare un eufemismo. Credo che mi sarei mangiato chiunque mi si ponesse davanti! Sta di fatto che, all'ennesimo combattimento finito bene per me, il Maestro mi invitò a restare con loro,ed alla mia ennesima richiesta di studiare con lui,la risposta fu un insperato "Maybe"……Forse!! Poi,mi offrirono il pranzo,mi fecero assistere (solo assistere!) alle loro lezioni e dimostrazioni. Passai dei piacevoli momenti con loro. Dopodiché, feci una lunghissima chiacchierata col Maestro Preang. Mi spiegò il perché della sua riluttanza ad insegnarmi il Muay Chayia. Mi disse che una sola volta aveva permesso ad un farang (americano,se non ricordo male) di fare foto e di fare video e che era stato "fregato" da quest'ultimo. Ragion per cui,non avrebbe mai insegnato ad un farang. Mi disse,però, che aveva capito le mie buone intenzioni, e mi avrebbe permesso di imparare il Muay Chaya….forse!

Purtroppo,in quel periodo non potevo,allenandomi giorno e notte al Chuwattana,ma ci accordammo in questo modo: sarei tornato presto in Thailandia ad imparare. E,alla fine,si fece anche fotografare con me! Incredibile! Ero riuscito nel mio intento: porre le basi per imparare in una delle scuole più antiche di tutta la Thailandia! A questo punto,però,è bene fare alcune precisazioni:
Il Muay Chaiya è un antichissima scuola del Sud della Thailandia. Attualmente, l'unica scuola AL MONDO dove si pratica e si insegna, così come l'aveva voluta il Maestro KIET SRIYAPHAI , è quella del MAESTRO PREANG. Non ci sono altre scuole,né dentro né tanto meno fuori dalla Thailandia! Il Maestro Preang,e ancora prima il Maestro KIET SRIYAPHAI, non hanno MAI insegnato questo stile ad alcun OCCIDENTALE,ed ancor meno,ne hanno autorizzato la diffusione o l'insegnamento! CHIUNQUE INSEGNI QUESTO STILE O DICA DI CONOSCERLO,DICE IL FALSO!!!!
Il Muay Chayia non è affatto morto o estinto, come scrive qualche millantatore senza scrupoli che,ancora una volta, strumentalizza uno scuola Thai,di cui non ha la minima cognizione, per fini lucrosi!
Sia ben chiara un'altra cosa: io spero di tornare presto in Thailandia dal M. Preang per studiare con lui,con tutta l'umiltà e la coscienza possibile. Ma,attualmente, non lo conosco e non lo pratico! E, finchè non lo avrò imparato,ma soprattutto,finchè non avrò avuto l'aurtorizzazione ( ed a questo punto,non è scontato che la riceva……) non potrò insegnare,né tenere seminari,stages o qualunque altra forma di divulgazione possibile! Se facessi cose del genere,sarei un millantatore ed un truffatore,esattamente come chiunque faccia queste cose nel nostro paese,o in Occidente, perché,ripeto, non esistono altri thailandesi, e men che meno farang,che conoscano questa scuola, al di fuori del Maestro Preang e dei suoi allievi diretti!
Ovviamente, a supporto di quanto da me affermato, fornisco di seguito la possibilità a CHIUNQUE, di verificare che quanto da me detto corrisponde al vero. Anzi,vi invito caldamente a chiedere! La verità è a disposizione di tutti, basta solo essere disposti a vederla.
Il sito su cui potrete cercare informazioni, scrivere o telefonare direttamente al Maestro Preang, è:
www.muaychaiya.com
Inoltre,se vi trovate in Thailandia o pensate di andarci,potrete incontrare il M. Preang ed i suoi allievi, ogni fine settimana dalle 10.30 alle 13.00 al Lumpinee Park. A lui potrete chiedere tutto ciò che volete, e verificare le mie informazioni!
Ripeto, ancora una volta, anche a rischio di essere pedante,che io NON sono un insegnante di Muay Chayia, e NON sono un allievo del M. Preang, pur essendo stato accettato nella sua scuola. Infatti, in Thailandia, per essere ufficialmente allievi di una Maestro, bisogna fare il WAI KHRU. Questa è un'altra cosa che vi invito a verificare SEMPRE: se un insegnante dice di essere allievo ufficiale di una scuola,e non ha fatto il WAI KHRU col proprio Maestro, NON E' VERO! Magari si è solo allenato in quella scuola, ma non ne è allievo. Ed è cosa ben diversa……Il popolo Thai è molto legato alle sue tradizioni.Per i Thai,le tradizioni sono sacre. Anche se spesso, agli occhi degli occidentali,appare tutto ciò come folkloristico e spettacolare,per loro non è affatto così! Ed il WAI KHRU è un'antica tradizione,ancora vivissima,al punto tale che anche nella Muay Thai "da ring",TUTTI gli atleti thai la eseguono prima di un incontro.
Spero di non aver tediato nessuno, e di aver contribuito,seppur in minima parte, a chiarire dei punti di questa bellissima disciplina che è il Mae Mai Muay Thai. Un'Arte Marziale,uno Sport da Combattimento,una Filosofia di Vita che, nella terra madre, è ancora troppo distante da come appare,o meglio,da come alcuni vogliono che appaia, in Italia.


Vuoi sapere quando questo autore pubblicherà nuovi articoli, tramite sms iscriviti!o tramite e-mail iscriviti!

Copyright © 2001-2009MEGATHAI Tutti i diritti riservati.