Un anno dopo ONG BAK, Luc Besson torna ad occuparsi di arti marziali?


DANNY THE DOG

un film di Luis Leterrier

con Jet Li, Morgan Freeman, Bob Hoskins


Da quando Bart ha sottratto Danny (JET LI) alla strada quando questi aveva
4 anni, l?ha sempre trattato come un cane, addestrandolo letteralmente ad
attaccare. Danny oggi è la sua arma per eccellenza, capace al primo ordine
di gettarsi su chiunque senza lasciargli il minimo scampo.
Tagliato fuori dal mondo, Danny non ha altra scelta che accettare questa
esistenza da bestia sino a che, per caso, non incontra Sam, un cieco che
si guadagna da vivere accordando pianoforti. Sam e sua nipote Victoria faranno
scoprire a Danny un?umanità che sino ad allora gli era sconosciuta, o meglio
vietata. In seguito a questo incontro il suo modo di vedere la vita subirà
un cambiamento irreversibile.
A partire da quel momento, Bart e la sua banda preferirebbero vederlo morto
piuttosto che libero e Danny cercherà di divenire finalmente se stesso e
scoprire i segreti e le circostanze che riguardano il suo passato.
Per sfuggire alla sua condizione, Danny dovrà rompere le sue catene continuando
a proteggere quella che ormai è diventata la sua famiglia. Sarà il suo ultimo
combattimento, il più pericoloso di tutti?


Danny the Dog


Una vita da cani cambiata dalla musica

La musica ti cambia la vita. Sembra uno spot per l'esordio cinematografico dei Massive Attack, trip-hop-band di Bristol autrice della colonna sonora del film, invece è la trama della terza regia di Louis Leterrier (The Transporter), nata dalla penna di Luc Besson. Danny (Jet Li) ha 30 anni, ma da quando ne aveva 4 vive come un cane, costretto a vivere sotto il letto del suo padrone (Bob Hoskins) e liberato solo quando c'è da "mordere" qualcuno. Il giorno che il suo tutore ha un incidente stradale, Danny si trova solo e sperduto nel mondo esterno, e incontra l'accordatore di pianoforti cieco Sam (Morgan Freeman) che se lo porta a casa.


A Luc Besson va il merito di aver creato un diversivo alle scene di lotta e una vicenda umana abbastanza articolata da potersi avvalere del talento di Morgan Freeman, a Leterrier quello di aver messo in pista una macchina da corsa dotata della musica dei Massive Attack come carburante, di Jet Li come motore e delle ricercate coreografie marziali, come raffinati interni. Ripensando alle sequenze di The Transporter in cui l'atletico Jason Statham si batte su un terreno ricoperto d'olio dando vita a coreografie circensi, qui Jet Li non è da meno, superandosi con una sequenza di lotta girata in un bagno pubblico, in uno spazio di un metro e mezzo. Avete capito di che tipo di film stiamo parlando: se non vi piacciono botte, inseguimenti e ancora botte, state alla larga.

Alessio Sperati


Vuoi sapere quando questo autore pubblicherà nuovi articoli, tramite sms iscriviti!o tramite e-mail iscriviti!

Copyright © 2001-2009MEGATHAI Tutti i diritti riservati.