La Boxe Gold Gym vince anche al femminile by Gs

gni e la sua allieva Sabina Rosi è un'occasione lieta: Sabina si è infatti da poco diplomata campionessa nazionale di Boxe dilettanti II^ serie, durante il 3° torneo Torneo Nazionale Femminile tenutosi il 5 giugno scorso a Marinella di Carrara. Per questo motivo, e per il fatto che il pugilato praticato al femmile può apparire uno sport quantomeno insolito, scambiamo alcune battute con Borgogni e Rosi (l'omonimia con il campione umbro è promettente).

D: Iniziamo subito con una domanda provocatoria: la boxe femminile non è uno spettacolo innaturale?
SR: Assolutamente no. La dose di agonismo richiesta per praticare questo sport è molto alta, e solitamente gli uomini sono più inclini a tradurre il loro in termini fisici più di quanto facciano le donne, ma questo non significa che il gentil sesso sia da meno in quanto a competitività. Se a questo aggiunge che sempre meno campi, oggi, tendono a diventare predominio esclusivo degli uomini, è immediato capire che il pugilato può essere uno sport da donne non meno di altri.
DB: Certamente la fisicità insita in questo sport lo fa preferire solitamente dagli uomini, ma le posso assicurare che vedere agoniste ben preparate combattere è uno spettacolo anche dal punto di vista tecnico-estetico. Per gli amanti della boxe, s'intende.

D: La boxe femminile si differenzia da quella maschile?
DB: Nelle metodiche di allenamento non ci sono, a mio avviso, differenze sostanziali. Vanno certamente tenute presenti alcune peculiarità fisiche, ma la tecnica è la stessa. Posso semmai dire che, basandosi necessariamente in misura minore sulla forza, la boxe femminile vede esaltata la tecnica, il che si traduce in match molto piacevoli da vedere.
SR: Dal mio punto di vista no. Ci si confronta con avversarie che come te cercano di dare il massimo. Semmai in palestra mi capita di allenarmi spesso con sparring partner per me difficili da affrontare, perché uomini e quindi avvantaggiati dal punto di vista fisico.

D: Raccontate quacosa della gara.
SR: E' stato un match che mi ha obbligato a dar fondo a tutte le mie riserve, fisiche e caratteriali. Dopo una prima ripresa in cui ho dettato il ritmo mi ero fatta l'idea di non incontrare grosse difficoltà, e forse per questo durante la seconda ripresa mi sono fatta un po' sorprendere. Questo ha consentito alla mia avversaria di rimettersi in carreggiata, e a quel punto ho dovuto per forza di cose mettercela tutta!
DB: Dell'incontro Sabina ha fatto una sintesi essenziale ma precisa, per cui vorrei dire qualcosa a proposito del contesto e degli altri incontri. Innanzitutto, le partecipanti: sono rimasto favorevolmente impressionato dall'estetica di molte delle agoniste, con fisici atletici ma molto femminili e dalle movenze aggraziate. Certamente uno spettacolo diverso da quello che si può vedere in occasione di altre manifestazioni di sport femminile, con atlete dai fisici e dai modi molto vicini a quelli degli uomini. Inoltre, e mi preme sottolinearlo, l'atmosfera: tra le atlete c'è stata una grande correttezza e sportività, dopo gli incontri-scontri ci sono state strette di mano, saluti, promesse di rivincita anche, ma tutto all'insegna del vivere l'occasione come manifestazione sportiva. Credo che da questo dovrebbero trarre insegnamento anche gli uomini, che troppo spesso per esuberanza non accettano il verdetto che vede preferito l'avversario, oppure vedono l'altro come un "nemico" e non per ciò che è, cioè un avversario da battere ma solo finché il cronometro gira.

D: Come si dice in queste occasioni: programmi per il futuro?
SR: Continuare ad allenarmi, il fatto che abbia vinto non significa che non voglia e non possa migliorare!
DB: Per me l'impegno come allenatore della Boxe Gold Gym Siena continua, e nella motivazione sono sostenuto dai risultati che via via arrivano. Spero che ci siano molte occasione in cui i miei ragazzi, ma d'ora in poi anche le mie ragazze, possano dimostrare il loro valore, perché sono sicuro che la strada è quella giusta.

D: Un'ultima cosa?
SR: Ringrazio David che mi ha seguito con l'affetto di un fratello maggiore trasmettendomi la grinta che ha, e i miei compagni di allenamento per avermi permesso di allenarmi in condizioni impegnative.
DB: Ringrazio tutti gli appassionati di boxe di Siena e gli sponsor che ci sostengono in occasione delle nostre manifestazioni, e saluto dando appuntamento alla prossima riunione di Boxe a Siena, la cui data ancora non è definita ma che sicuramente cercheremo di organizzare al più presto.

Vuoi sapere quando questo autore pubblicherà nuovi articoli, tramite sms iscriviti!o tramite e-mail iscriviti!

utenti connessi in questa pagina:

Copyright © 2001-2009MEGATHAI Tutti i diritti riservati.