Notizie di Boxe by Gm

Iniziamo queste news, parlandovi di un episodio, l’ennesimo, che getta discredito sul pugilato dilettantistico mondiale. L’episodio che viene sottaciuto nei bolletini ufficiali , è stato menzionato dal “Manila Bulletin”. Si stava svolgendo un degli ultimi match della serata del secondo torneo di qualificazione olimpica a Guangzhou in Cina e per la categoria dei pesi medi, si affrontavano il pakistano Hamed Ali Khan ed il thailandese Sonchai Chemlong. Mancavano 5 secondi alla fine del match ed il punteggio vedeva il pakistano avanti di 5 punti (17 a 12), quando improvvisamente, lo stesso Prof. Chowdry,pakistano e spettatore interessato, si accorgeva che lo score cambiava in 17 a17. Fermi tutti ! Gridava il boss dei boss, cosa succede? I tecnici ...thailandesi che avevano curato l’installazione e la gestione del programma delle cosidette “macchinette”, effettuavano dei controlli e candidamente affermavano che c’era un malfunzionamento. Il programma era lo stesso usato nei Giochi Asiatici del Mare in Vietnam. Immediatamente Chowdry, dopo che la giuria d’appello aveva attribuito la vittoria al pugile pakistano, ordinava di rimpiazzare il programma con uno prodotto dalla RP Alaxan FR Team. Per colmo della sorte, questo programma era stato installato dal comitato organizzatore cinese, ma il delegato tecnico, il coreano Yoo Jae Joon, ne aveva disposto la sostituzione con quello thailandese. Molte delegazioni protestavano, facendo notare che alcuni dei loro pugili, eliminati nei match contro thailandesi,coreani,kazaki e cinesi, stavano conducendo il combattimento quando si sono visti sopravvanzare dagli avversari. I filippini hanno segnalato tra questi casi quello di Harry Tanamor, battuto dal coreano Gu Seung Hyeok per 27 a 21 e quello del peso gallo Ferdie Gamo,sconfitto dal kazako Serikbayev Berik per 27 a 23. Torneo falsato!

Per quanto concerne i risultati del torneo, vi diciamo che nei minimosca ha vinto il tagiko Dostiev Sherali, che ha battuto il forte thailandese Subay Pannon per 35 a 22. Nei pesi mosca,Tulsahboy Doniyorov (Uzbekistan) , ha battuto l’indiano Akhil Kumar per 23 a 13. Nei pesi gallo, il pakistano Meharullah, vincitore dei giochi Asiatici e del Commonwealth nei pesi piuma, è sceso di categoria,su indicazione dell’allenatore cubano del Pakistan, Reinaldo Alvarez Ulicia. In finale ha battuto, il cinese Liu Yuan per 28 a 15. Nei pesi piuma, il nord coreano Kim Song Guk, ha battuto una vera “leggenda”, il campione olimpico di Atlanta, il thailandese Somluck Kumsing per 21 a 13. Kumsing, grazie alla vittoria olimpica, è ricchissimo ma ancora pieno di passione per questo sport. Si tratta di un vero “artista” del ring. Braccia abbassate, schivate millimetriche appoggiandosi alle corde e fulminee combinazioni di colpi. Nei pesi leggeri, ha vinto Serik Yeleyov del Kazakistan, che ha battuto l’iraniano Mohammed Asheri per 36 a 19. Nei superleggeri, ha vinto il thailandese Manus Boonjumnon, che ha battuto il kazako Karimzhanov Nurzan per arresto del combattimento al 3° round. Nei pesi welter ,si è imposto il cinese Ha Na Ti, sul turkmeno Bashirov Aliasker per abbandono al 2° round. Nei pesi medi, ancora un cinese Hada Bateer, che ha vinto per assenza del “veterano” indiano Jtender Kumar. Un solo pugile si qualificava nei pesi massimi e supermassimi. Per i massimi, l’onore è toccato a Igor Alborov (Uzbekistan), che ha battuto il kazako Pavel Storozhyk per 33 a 17. Nei supermassimi invece si è imposto il bronzo di Sydney, il kazako Muftarkhan Dildabekov, sul tagiko Abasovr del Kyrghizistan.

Rimaniamo in tema per dirvi che a Gaborone nel Botswana, nell’ultimo torneo di qualificazione olimpica per l’Africa, Leonard Bundu non ce l’ha fatta! La sua corsa verso i giochi Olimpici di Atene si è fermata nelle semifinali , dove per la categoria dei pesi welter pesanti è stato sconfitto dallo zambiano Eliss Chibue per 22 a 14, a sua volta sconfitto in finale dall’ugandese Sadat Tebazawa. Per quanto comprende gli altri risultati, segnaliamo la vittoria di Georges Jouvin del Madagascar nei mosca che ha perso con il pugile del Botswana Lechedzani Luza per abbandono al 2° round. Un altro pugile del Botswana ha vinto nei pesi piuma, Khumiso Ikgopoleng che ha battuto il sudafricano Ludumo Galada. Apriamo una parentesi, abbiamo cercato di attingere da quel pozzo di scienza di Gennarino il nome degli abitanti della Botswana. Domanda ” come si chiamano gli abitanti del Botswana?” .Risposta “ Abdel,Khumiso,Leche,etc.etc.” . Quanto è intelligente!

Continuiamo, nei minimosca il nigeriano Weffiong Asuquo ha perso con Lalaina Henrinjaka del Madagascar. Nei pesi leggeri ha vinto Michael Medor della Mauritania, a soese di Sam Lukuando dell’Uganda. Nei superleggeri vittoria di Kitso Julie delle Seychelles su Abdel Marksoud dell’Egitto per intervento medico. Nei pesi medi vince l’algerino Nabil Kassel sul tunisino Mohamed Sahraovi e nei mediomassimi vittoria di Mabika Taylor del Gabon sul camerunese Pierrie C. Yana. Massimi e supermassimi avevano già esaurito i posti a disposizione in Marocco. L’Africa ha finito,peccato per Bundu. Invece Derege Desu e Isayas Guetines,pugili etiopi,approfittando dell’occasione data dal torneo, sono scappati nel vicino Sud Africa.

Ottavio Barone ha colto il risultato piu’ importante della sua carriera professionistica, battendo per getto della spugna al 9° round, il liberiano-belga Lansana Diallo e conservando il titolo intercontinentale IBF dei pesi medi. Barone come suol dirsi, “ha fatto il match”, prendendo l’iniziativa ed attaccando il liberiano che a sua volta ha cercato di fermare l’avanzata di Barone con colpi secchi e precisi. La svolta del match, la si è avuta nel 9° round, quando un crochet sinistro di Barone, ha “gessato” il rivale. A questo punto, è intervenuto l’angolo, che ha fermato il match. Negli altri matches della serata, vittoria di Tobia Giuseppe Loriga,peso welter calbro-emiliano, che ha battuto ai punti in 6 rounds l’ungherese Janos Berendi. Per Loriga, sesta vittoria. Nei pesi medi, il siculo-toscano Antonino Ajello, ha battuto per ko al 5° round, un altro ungherese, David Paul, conquistando il 5° successo da professionista. Nei pesi superleggeri, buona prova del romano Fedele Belusci, cha ha superato il rumeno Claudio Pop ai punti in 6 rounds. Per Belusci, 5 vittorie, 2 pari ed una sconfitta.

A Miami, dopo 3 anni di sosta, al suo secondo match di rientro, l’americano Ebo Elder, ha tolto l’imbattibilità al superleggero Oscar “Torito” Diaz, protetto di Lou Duva, battendolo ai punti in 10 rounds (98 a 92 per tutti i giudici!). Elder ha vinto in virtu’ della sua maggior velocità d’esecuzione un match molto intenso. Per lui che aveva lasciato la boxe dopo una sconfitta al primo round con Ubaldo Hernandez e che si era messo a suonare con una band, un felice ritorno sulle scene mondiali. Il suo record adesso dice 18 vittorie ed una sola sconfitta. Per Diaz invece 17 vittorie ed una sconfitta. Nel resto del programma, alcuni interessanti elementi, come il peso massimo cubano Eliseo Castillo (da non confondere con Eliceer ...), che ha battuto Curtis Taylor per kot al 3° round.

Il 28 enne Castillo, che ha un record di 16 vittorie ed un pari, ha chiuso il match con un gancio sinistro. Nei superleggeri, l’imbattuto Kendall Holt (15 successi su 15 matches), ha messo ko al 1° round Gilberto Reyes. Per finire, ha esordito nei pesi massimi, Michael Marrone, che recentemente si è comportato molto bene nei TRIALS olimpici americani.

Nel Dodge Teatro di Phoenix (Arizona), è tornato a combattere il superwelter Yori Boy Campas, dopo la sconfitta subita contro Oscar De La Hoya. Il suo rivale, l’americano Dumont Welliver, non ha accettato il ruolo di comprimario e si è battuto con grande abilità, mettendo piu’ di un dubbio sul vincitore del match, che lo ha visto sconfitto per decisione controversa (97 a93,96 a 94 e 94 a 96).

Nei pesi medi Kelly Pavlik, che da dilettante si guadagnò l’appellativo di “Fantasma”, per l’abilità difensiva, da professionista, sta dimostrando di essere anche un bel picchiatore. Ha battuto per ko al 2° round Roberto Baro, dopo avergli inflitti 2 atterramenti nel 2° round. Per Pavlik che ha 21 anni, 20 vittorie di cui 18 prima del limite. E’ tornato a battere “il martello”! Parliamo di Jesus Gonzales, 19 enne superwelter, che ha battuto solo ai punti in 6 round il mestierante Chris Gray. Dopo un primo round in cui sembrava che Gonzales fosse destinato a vincere rapidamente, Gray, facendo ricorso a continue tenute,è riuscito ad imbrigliare la potenza di Gonzales. Nel sesto round, Gonzales ha tentato di nuovo di chiudere il match, ma Gray ha resistito.

A Los Angeles, il messicano Israel Vasquez, si è aggiudicato la corona mondiale IBF dei supergallo Battendo per kot al 12° round il venezuelano Jose Luis Valbuena. Vasquez che ha 26 anni ed è chiamato il magnifico, ha vinto nettamente, infliggendo all’avversario un atterramento nel corso del 4° round ed un altro nel 12° . Al venezuelano, sono styati anche inflitti due richiami per colpi bassi.

Per Vasquez, 36 vittorie e 3 sconfitte (l’ultima per kot al 12° round con Oscar Larios per il titolo interim della WBC). Nei pesi gallo, continua il cammino lastricato di ko del messicano Johnny Gonzales che nei pesi gallo, ha battuto per kot al 6° round , atterrandolo 3 volte proprio in questo round, Roger “Speedy” Gonzales ed infliggendohgli la prima sconfitta, dopo 23 vittorie. Per Johnny, 22 vittorie (20 ko) e 4 sconfitte. Per finire si è disputato il titolo della California dei pesi supermedi e Ricardo Cortes ha battuto in rivincita Errol Banner per kot al 3° round. Nel match precedente Cortes fu squalificato per colpo irregolare nel 7° round. Per lui 12 vittorie ed una sola sconfitta. Il promettente Nick Casal, campione americano under 19, che non ha partecipato ai TRIALS per infortunio, ha rifiutato l’invito della Federazione USA di aspettare 4 anni per tentare di vincere le prossime Olimpiadi ed ha sottoscritto un contratto di 5 anni con Shelly Finkel per passare professionista. Casal è un peso leggero.

A Berna, l’imbattuto algerino Riad Menasria, ha colto il 20 successo da prof, battendo per kot al 6° round il francese Abdelhakim Mehidi. Dopo una prima ripresa favorevole al francese, Menasria ha preso in mano le redini del match e nel sesto round , con potenti colpi al corpo, ha inflitto due kd al rivale con conseguente fine del match.

Il pugile filippino Danilo Pena, minimosca, è stato sconfitto per kot, dopo aver subito una dura punizione. Nel camerino,il pugile ha avuto conati di vomito e giramenti di testa. L’organizzatore ed il manager hanno subito trasportato il pugile in ospedale, dopo aver cercato invano il medico di riunione, il dottor Nasser Cruz. Raggiunto sul cellulare, il medico ha fatto sapere che si stava ormai dirigendosi a casa ed ha consigliato di portare il pugile in ospedale (Sigh!). Pensate che la WBC, ha nominato una commissione d’inchiesta per accertare se in Indonesia vengano rispettate le norme di sicurezza sanitaria mettendoci a capo il dottor...Nasser Cruz!

A Trad in Thaylandia, nemmeno i “fasuli filippini”, sono stati sufficienti a Dondon Lapuz, per evitare la sconfitta contro il superpiuma locale Somsak Sithchatchawal . Sconfitta netta, maturata ai punti in 12 rounds, con uno score che non ammette repliche 116 a 112,116 a 112, 117 a 112. Era in palio il titolo Panasiatico.

STRANO MA VERO
Come sempre non riusciamo a resistere al fascino dei nomi, per questo motivo vi diciamo che a Gosford in Australia, il peso welter Tim Drury ha battuto ai punti in 6 rounds Marlon ...Brandon.

A Black Hawk in Colorado , l’organizzatore Jim Smith ha inventato il “round della morte”. Funziona come il famoso “golden goal”. Se le squadre sono pari al termine della partita regolare, si gioca ad oltranza finchè una delle squadre non segna! Al termine del match tra Arthur Medina e Brad Jensen previsto sulle sei riprese, essendo la situazione in perfetta parità, si è ,deciso di far disputare un round supplementare, per dirimere la superiorità di uno dei pugili. Ha vinto Medina!

A Mashantucket, Vinny Pazienza, il supermedio italo-americano, ha ufficialmente lasciato il ring. L’ha fatto da vincitore, battendo Tucker Pudwill ai punti in 10 rounds. Pazienza ha anche inflitto due atterramenti al rivale. Nei pesi medi, Chad Dawson, detto “il cattivo”, ha battuto ai pèunti in 6 rounds Aundalen Sloan, rimanendo imbattuto in 15 matches.

E continuiamo a parlare di lui ! A Bowler, il peso supermedio Kendall Gould ha battuto ai punti in 4 rounds l’infaticabile Reggie Strickland che adesso vanta 63 vittorie, 260 sconfitte e 16 pari!

A Temba (Sud Africa), il forte Cassius Baloy, ha conservato la corona IBO dei pesi superpiuma battendo nettamente ai punti in 12 rounds Juan Gerardo Cabrera. Gli scores dei giudici sono stati : 117 a 111,118 a 110 e 117 a 111. In un match dei pesi superwelters, Kenneth Mhlongo ha battuto il connazionale Sydwell Mokhoro per kot al 3° round. Negli spogliatoi Mokhoro è svenuto ed è stato portato immediatamente in ospedale per essere sottoposto ad un intervento alla testa.

A Northland , continua la “striscia vincente” di Mohamed Azzazoui, l’algerino che dopo i giochi di Sydney, si è trasferito in Nuova Zelanda e che ha battuto per il titolo Panpacifico dei massimi leggeri Seiaute Mailote ai punti in 12 rounds.

A Little Rock (Arkansas), il peso medio Jermain Taylor, bronzo olimpico a Sydney , ha conquistato la 20 vittoria, battendo il quotato Alex Bunema per kot al 7° round. Taylor ha dominato il match in virtu’ del suo jab sinistro. Nel settimo round, con una serie a due mani a messo al tappeto il rivale per ben due volte, finchè l’arbitro ha posto fine al match. Nell’ altro grande match della serata, il peso massimo Monte Barrett, recentemente sconfitto di stretta misura da Joe Mesi, ha causato una sorpresa, sconfiggendo ai punti in 10 rounds, l’imbattuto Dominick Guinn. Guinn è stato confuso dalla tattica di Barrett e nella settima ripresa è stato contrato in modo pesante. La vittoria è sembrata netta per Barrett, anche se un giudice stranamente ha visto Guinn vincente per 96 a 94, mentre gli altri due hanno aggiudicato il match a Barrett per 97 a 93. Nei pesi superwelters, il quotato ghanese Kofi Juantuah, ha battuto nettamente ai punti in 10 rounds Leon Pearson. Ancora pesi massimi e vittoria di Benjamin BJ Flores, ex campione americano dei dilettanti,che in un match incolore ha battuto ai punti in 4 rounds Eric French.

A Radom (Polonia), il peso massimo leggero dal nome inpronunciabile Krzysztof Wlodarczyk, ha battuto Raymond Ochieng per kot al 1° round. Nella stessa serata il peso massimo Tomasz Bonin, ha superato Tamas Sargacs per kot al 2° round.

A Stateline ,il peso massimo Anthony Thompson (22 vittorie ed una sola sconfitta), ha sconfitto ai punti in 8 rounds il cubano imbattuto Yamplier Azcuy (8 vittorie ed una sconfitta). In un altro match, sorpresa per il pareggio imposto da Gilberto Martinez a Clifford Etienne, ex avversario di Tyson. Martinez ha molti è parso il vincitore del match ed uno dei giudici infatti gli ha dato la vittoria, mentre gli altri due si sono espressi per il pari. Martinez in passato boxava da peso medio!

A Roma, Vincenzo Cantatore a 33 anni, si è laureato campione d’europa dei pesi massimi leggeri a spese del belga Ismail Abdoul, battendolo ai punti in 12 rounds. La prova di Cantatore ha risentito della lunga inattività. Il pugile romano, è andato spesso fuori misura, denotando una mancanza di colpo d’occhio e lentezza nell’ esecuzione dei colpi. L’avversario, scorbutico e ostico, non era l’ideale per ben figurare. Bell’afflusso di pubblico, non ripagato dallo spettacolo offerto. Anche gli altri matches in programma, tutti dall’esito scontato, hanno contribuito a rendere deludente la serata del Palalottomatica. Piccirillo da peso superwelter, non soffre piu’ per il peso ma ha perso in velocità e continua ad affrontare degli sparring piu’ che degli avversari. Inconsistente il mediomassimo argentino Sergio Martin Baez, battuto da Pietro Aurino per kot al 2° round. Infine nei pesi medi, il “gitano” Domenico Spada ha superato l’ennesimo “materasso” rumeno Mugurel Sebe raccimolando la 10^ vittoria su 10 matches.

A Rocca Canavese, vicino Torino, Michele Orlando ha debuttato per il suo nuovo mentore Mario Loreni, battendo l’ungherese Virgil Meleg ai punti in 6 rounds, non prima di avergli fatto assaggiare due volte il tappeto. Nella stessa serata vittoria di Alessio Furlan.Il superwelter piemontese ha battuto ai punti il francese David Saraille conquistando la 10^ vittoria contro 3 sconfitte e 3 pari.

Ha vinto di nuovo Simone Loschi ! Il peso massimo emiliano, ha battuto l’ungherese Janos Ferenc Dobai ,39 anni ,ai punti in 6 rounds. Qui dobbiamo suonare un campanello d’allarme. Questo match si è svolto il 27 marzo. Secondo notizie provenienti dall’Ungheria, il giorno prima, cioè il 26marzo Dobai avrebbe combattuto e pareggiato in 6 rounds a Gyor (sua città natale) contro Zoltan Kallai.

Speriamo non sia vero, ma vale la pena di approfondire la cosa, non si sa mai!

Noi di Boxemaccheroni siamo per la tutela sanitaria dei ragazzi e denunceremo sempre i comportamenti pericolosi.

A Magdeburgo , il campione WBA e IBF dei pesi supermedi il tedesco Sven Ottke, ha vittoriosamente difeso i suoi titoli dall’assalto dello svedese-slavo Armand Krajnc. Dopo il match che lo ha visto netto vincitore (120 a 110,120 a 108 e 119 a 109), Ottke che è imbattuto in 34 matches (ha affrontato anche Silvio Branco e Giovani Nardiello),ha annunciato il suo ritiro. Ancora supermedi e vittoria di Danilo Haussler, che ha battuto per il titolo intercontinentale IBF il costaricano Henry Porras ai punti in 12 rounds (116 a 111,115 a 112,114 a 113). Nei pesi welters,il catigatore di Michele Orlando, il turco-tedesco Alpaslan Aguzum, ha cercato di riscattare l’unica sconfitta della sua carriera (ha vinto 29 matches), affrontando nuovamente l’argentino Carlos Baldomir (che nel 1998 superò per kot all’ottavo round il serbo-aretino Dejan Zivkovic ad Arezzo).

Aguzum che ha 26 anni, pensava che i 5 anni trascorsi avessero lavorato a suo favore (Baldomir ne ha 32), ma l’allievo di Amilcare Brusa (fu allenatore di Monzon), da 6 è imbattuto! Il match è stato un ‘altra sofferenza per Aguzum, che ha subito atterramenti nel 3° e 6° round, prima di essere definitivamente tolto di gara nell’ottavo round per kot. Nei pesi supermedi Malik Dziarra, ha battuto ai punti in 6 rounds Lion Mahir, mentre nei superwelter e medi, i fratelli ko, gli armeni Alexander e Arthur Abraham ., hanno battuto entrambi per kot al 2° round rispettivamente Matteo Sciacca e Branko Sobot. Alexander ha 9 vittorie tutte per ko e Arthur 4 vittorie anche lui tutte per ko.

A San Pietroburgo (Russia), il supermedio Joseph Marwa, ha battuto il russo Mikhael Balovnev,con decisione controversa in 12 rounds per il titolo PanAsiatico. Marwa ha collezionato 14 vittorie ed un pari. In carriera ha subito una sola sconfitta, contro Antonio Perugino nel 1999. Sempre per il titoli PanAsiatico, si sono affrontati il russo Alex Vassilev ed il keniano Joseph Akhasamba. Ha vinto Vassilev ai punti in 12 rounds.

C’è grande attesa per il mondiale dei massimi IBF tra Chris Byrd e Andrew Golota il prossimo 17 Aprile al Madison Square Garden di New York..

Dopo nemmeno 2 settimane, Bernard Dunne, l’interessante peso superpiuma irlandese che vive in California, è di nuovo salito sul ring a Tustin, per battere ai punti e nettamente in 8 rounds Angel Torres. Dunne ha un record di 12 vittorie su 12. Nella stessa serata benefica, si è esibito un altro “protetto” di Sugar Leonard, il mediomassimo Allan Lamar Green, che ha battuto l’indiano cherokee canadese, “Roccia Rossa Tuonante” Willard Lewis, ai punti in 8 rounds.

Nick Casal è un promettente pugile dilettante americano. E’ un peso superleggero, campione nazionale under 19 e non ha potuto partecipare ai TRIALS, per infortunio. Shelly Finkel, che ha diretto anche la carriera di Mike Tyson, l’ha messo sotto contratto per 5 anni. La Federazione americana, ha provato a farlo rimanere dilettante per le future Olimpiadi, ma Casal ha rifiutato

l’offerta.

Ad Edinburgo in Scozia, è tornato a combattere il superpiuma Alex Arthur, dopo la dura sconfitta per ko subita per mano di Michael Gomez. Arthur ha fulminato per ko al 1° round l’ugandese Michael Kizza. Arthur ha un record di 17 vittorie ed una sola sconfitta, Kizza che risiede in Italia a Bologna, ha invece 17 vittorie e 4 sconfitte.Nel sottoclou, il promettente gallese Jamie Arthur, 24 anni, ha disposto bene di Karl Taylor, nei pesi superleggeri.

Tijuana non si è ancora ripresa dalla sbornia di pugilato, per il torneo di qualificazione olimpica ed ecco una bella serata imperniata sul match eliminatorio dei pesi gallo, tra Diego Morales e Adonis Rivas, per il titolo della WBC. Ha vinto Morales ai punti in 12 rounds con il punteggio di 115 a 112,115 a 112,116 a 112. Si è anche esibito il figlio dell’imperatore, Julio Cesar Chavez junior, che nei pesi leggeri ha battuto per ko al 1° round Guadalupe Arce.

A Buenos Aires, nello stadio della Federazione Argentina, il peso welter, Sebastian Andres Lujan, che ha posto fine alla carriera di Paolo Roberto, ha battuto il connazionale Sergio Ernesto Acuna, che recentemente a Grosseto ha pareggiato con Gianluca Jommarini. Lujan, che ha 24 anni, ha vinto per kot al 1° round, collezionando il 18° successo contro un pari ed una sconfitta (all’inizio della carriera, contro Victor Hugo Castro).

Eccovi una fase del match di finale dei 69 kg a Tijuana, tra Vanes Martorisyan l’armeno-americano e l’ex americano ora haitiano Andre Berto, bronzo mondiale, vinto da Martirosyan.


Ed ecco chi ha voluto l’A.I.B.A. sempre nel torneo a Tijuana, non sarà una bella foto, ma che ci volete fare.

Per finire parliamo di un interessante torneo juniores svoltosi in Russia e denominato “Battaglia di Stalingrado”e svoltosi a Volvograd. Naturalmente vi partecipano parecchi russi e per questo motivo diventa un torneo molto duro e selettivo. Non sono molti gli “stranieri” che vi si avventurano, ma arrivare in finale è davvero un grande risultato. Quest’anno, tra gli ospiti che si sono segnalati, annoveriamo l’uzbeko Rakhimov nei pesi mosca, che ha battuto in finale l’ukraino Mikail Serbaev. Nei superwelter, da segnalare l’uzbeko Elshod Rasulov, che ha perso in finale per walk over, con un autentico campione, David Arustumian,bronzo agli europei juniores. Nei pesi medi, ottima la prova del tedesco Gottileib Weiss bronzo agli europei cadetti di Kaunas , che dopo aver liquidato i russi Fedotov e Nikitin e l’uzbeko Atev, si è dovuto inchinare alla classe di Stepan Osipov. Pensate che tra gli eliminati in questa categoria, c’è il fortissimo Dmitry Chuidinow,campione europeo e mondiale cadetti, che ha perso con Ataev, mentre lo svedese Kennedy Katende, ha perso con Nikitin. Nei pesi piuma, si è avuta la vittoria di Eduard Ambartacumyan, argento agli europei juniores. In questa categoria era presente Denis Bredikhin , il russo che fu causa involontaria del ritiro della sua squadra per protesta agli europei cadetti di Lvov e che costò una squalifica di un anno o due (ancora non si è capito...) ad un arbitro italiano, che era stato semplice spettatore del match. Bredihin ha perso con il connazionale Rustam Ayba e tremiamo al pensiero che, anche stavolta, qualche nostro connazionale chiamato a visionare il match, riconoscerà tra i componenti della giuria il famoso arbitro italiano che si beccherà un altro anno o due di squalifica. Voi direte ma com’è possibile, non era presente... perchè cos’è cambiato rispetto all’altra volta? Così purtroppo, ogni tanto va la vita e qualcuno s’illude di poterla sempre fare franca... ma non è così ! Tra i vincitori nelle altre categorie, segnaliamo i russi Romanov , Arshba e Alexeev, vincitori nei massimi, supermassimi e leggeri, campioni europei juniores in carica. Tra gli eliminati, sempre nei piuma, la medaglia d’argento nei pesi gallo ai campionati europei juniore di Varsavia ,Nikolay Bryzgalow.

Questo giovanotto è Andrew Singh Kooner, canadese , ed a Tijuana ha vinto il torneo dei pesi gallo conquistando la qualificazione olimpica. Qualificazione che adesso è in pericolo, perchè Kooner è finito in prigione per aver aggredito un poliziotto in un parcheggio vicino casa.

Purtroppo vi dobbiamo salutare con una brutta notizia. Sabato scorso a Savannah in Georgia (USA), dopo essere finito al tappeto alla 4^ ripresa, il peso massimo americano 29 enne David Rickman , professionista da solo 9 mesi, non si è piu’ ripreso. Trasportato in ospedale, lunedi mattina è stato dichiarato clinicamente morto! Era dal 1903 che in Georgia non si registrava un evento luttuoso nel pugilato.

Sorteggi in Polonia.


mosca Picardi contro Edmonds (Galles, pugile tecnico)

piuma Boschiero contro Tovmasyan (Armenia, colpitore)

sleggeri Di Rocco contro Brough (Inghilterra, gran fondo)

massimi Betti contro Subacius (Lituania,tecnico)

Risultato a sorpresa il serbo Siekloca (bronzo mondiale) eliminato dal polacco Gniot.


A Plovdiv, nessun italiano ha combattuto nella prima sessione.


Walberg vs Gaines.

Frida Walberg (2-0-0) è passata professionista da 2 mesi e sabato disputerà il suo terzo incontro, la svedese con tessera danese combatterà contro l'americana Sharon Gaines (2-0-0) nel sottoclou di una serata organizzato dall'attivissima promoter danese Bettina Palle, manager anche di Giovanni Alvarez. Il match sarà trasmesso dalla tv nazionale DK4.


Il ritorno di Lucia Rijker
La fuoriclasse olandese Lucia Rijker (16-0-0, 14KO) ritornerà sul ring il prossimo 24 Aprile a Los Angels contro la Campionessa del Mondo Layla Mc Carter (17-9-4, 5KO). A distanza di dieci mesi dall'ultimo incontro, la Rijker incontrerà una pugile che è sempre stata attiva, la Mc Carter infatti è un'abitué degli otto/dieci round ed è abile sulle gambe. Da parte della Rijker invece c'è un'incredibile potenza, forza esplosiva e rapidità nonché una tecnica davvero efficace, alcuni di voi hanno potuto ammirare le sue
doti pugilististiche nel match che l'ha vista contrapposto all'inglese Jane Couch, nel sottoclou che vedeva impegnata Laila Ali nella difesa del suo mondiale IBF contro Valerie Manhoof. Le due atlete si sfiderano nel sottoclou della sfida Vitali Klitschko vs Corrie Sanders nella serata organizzata dalla HBO.


Lisa Holewyne vince ai punti su Brenda Bell-Drexel
Il 28 marzo scorso al Northern Lights Casino, Anacortes, Washington, Lisa Holewyne, ha battuto all'unanimità Brenda Bell-Drexel sulla distanza dei 6 round. La Holewyne, nonostante la differenza di peso a suo svantaggio (67kg contro i 70kg abbondanti della sua avversaria) è riuscita a dominare l'avversaria con precisi colpi d'incontro.


Clampitt wins by TKO...
Il 28 marzo scorso al Foxwoods Resort, nel Mashantucket, Connecticut, Jaime Clampitt (kg 62.3), 13-2-0 (5KO), ha battuto per KOT al 4 round Lanie Ellis (kg 61.8) 9-2-0, il match era previsto sulla distanza delle 10 riprese ed era in palio il titolo Nord Americano.

Rhonda Luna vs Amber Gideon
Il 25 marzo Rhonda Luna ha battuto ai punti l'ex bronzo ai mondiali dilettanti 2001 Amber Gideon alla suo terzo match da professionista. Il match è stato combattutissimo fin dal primo round, entrambe le atlete non si sono risparmiate e hanno dato vita ad uno spettacolo di notevole valore tecnico. Rhonda Luna si è imposta sulla sua avversaria di misura e i giudici hanno premiato la sua continuità e la maggior precisione.

La notte delle Amazzoni
Si svolgera il 17 aprile prossimo a Debracem in Ungheria una serata di boxe dedicata alle signore durante la quale verranno disputati due titoli mondiali, il peso gallo Bettina Csabi e il peso supermosca Viktoria Milo. Non sono ancora noti i nomi delle avversarie.

Agnes Rylik vs Elisa Olson
Il 10 Aprile a Manchester, nel sottoclou che vedrà Michael Brodie opposto a In-Jin Chi per il titolo dei pesi piuma WBC, la polacca Agnes Rylik (14-1-0, 11KO) affronterà l'america Elisa Olson (7-2-2, 2KO) per il titolo mondiale dei pesi superleggeri WIBO.

Halmich vs Lang
E' stata fissata la data che vede opposte due grandi amiche e compagne di avventura della Universum Boxe, Regina Halmich affronterà Daisy Lang nella cat. 51,8. Il match sarà la degna conclusione del torneo che ha coinvolto le migliori atlete tedesche, le due amiche sono infatti le finaliste del torneo e si incontreranno in una categoria che costringerà la Halmich a combattere in due categorie sopra la sua e la Lang a dover perdere peso... per l'occasione la Lang si trasferirà a Las Vegas per la preparazione, mentre Regina rimarrà fedele alla sua palestra di Amburgo.

CONCLUDIAMO CON I RISULTATI DEL GRANDE TORNEO CITTA’ DI CREMONA

NEL FRATTEMPO VI SALUTIAMO E VI RINGRAZIAMO PER AVERCI LETTO.

CIAO DA ………. QUELLI DELLE NEWS


Pesi gallo

Semifinale
Lorenzi (B. Viareggio) b. Bracco (U.Schiano Pistoia ) p. quarti di finale
Ricupido (B. Chivasso) b. Limone (All Boxing Torino) ai p.

Pesi piuma

ottavi di finale:
Taras (Legnaghese) b. Cannone ( Fitness Barge) ai p.
quarti di finale
Suat Laze (Lombarda) b. Usai (Ftness Barge) rsch 2.
Carnevale (De Paoli) b. Holguin (S. A. Bologna) rsci 3
Miniati (AP Fiorentina) b. Ciconte (Doria Team) ai p.
Taras (Legnaghese) b. Giardini (Vigevano) ai p.
Semifinale
Carnevale (De Paoli) b. Suat (Lombarda) ai p.

Pesi leggeri

ottavi finale
Morano ( B. Collegno) b. Grosselle (B. Arquà) ai p.
Bonfante (Legnaghese) b. Arcuri (All Boxing To) rsci 2
Paoli (University of Fighting) b. Grignola (US Lombarda) ai p.
Pero (S.A. Bologna) b. Ansaldi (B. Pallanza) ai p.
quarti di finale
Pagliara (Boxe Cecina) b. Gassani (Lucchese) ai p.
Ardito (New Boxing Firenze) b. Spagnoli (Lumezzane) ai p.
Bonfante (Legnaghese) b. Morano (B. Collegno) ai p.
Paoli (University) b. Pero (Sempre SAvanti BO)

Pesi welter

ottavi di finale:
Taramelli (B. Pavia) b. Vallisa (B. Piacenza) ai punti
Kamouni (B. Chivasso) b. Lujan (University of Fighting) ai punti.
Quarti di finale:
Cossu (B. Lumezzane) b. Di Cesare (B. Colorno) ai p.
Marinkovic (Sals Pc) b. Bel Arbì (Vita verona) Rsci 3
Niro (Grossetana) b. Batzella (B. Colorno) ai p.
Taramelli (B. Pavia) b. Kamouni (B. Chivsso) ai p.

Juniores pesi welter
Quarto di finale
Amanuel (B. Mugello) b. Marafina (Forza e Coraggio MI)
Semifinale
Avosani (ABC) b. Tomescu (Tano's Genova)

Pesi superwelter

ottavi di finale
Skurko (University of Fighting) b. Borcea (Rallyauto Crema) ai p.
Geraci (Italian Sch. Barge) b. Palma (Orbassano)
Ravà (Forza e Coraggio MI) b. Mazza (Tano Boxe GE).
Quarti di finale
Maurig (B. Monfalcone) b. Brini (Lucchese) ai p.
Cortese (Bergamo Boxe) b. Colantuono (Acc. Europea) ai p.
Skurko (Univ.) b. Pasqua (Brandizzo) ai p.
Ravà (Forza e Coraggio MI) b. Geracu (Barge) ai p.
Semifinale
Cortese (B. Bergamo) b. Maurig (Monfalcone) ai p

Pesi medi

Ottavi di finale
Pisapia (Vigevano) b. Signani (Biagini Rimini ) ai p.
Quarti di finale:
Pizzo (Orbassano Boxe) b. Antenucci (Ursus Mi) Rsci
Rossi (Biagini Rimini) b. Rejab (A.B. Cremona) ai p.
Bagnoli (B. Voghera) b. Pantaleo (Ursus Mi)
Mazzoni (Legnaghese) b. Pisapia (B. Vigevano) ai p.
Semifinali
Mazzoni (Legnaghese) b. Bagnoli (B. Voghera) ai p.
Rossi (Biagini Rimini) b. Pizzo (Orbassano Boxe) ai p.

Pesi mediomassimi

Quarti di finale
Marchetti (ABC) b. Lovaglio (B.C. Torino);
Ilie (Biagini) b. Gega (Vita Verona)
Celotto (ABCremona) b. Ramos (Galilei Pisa)

Pesi massimi
Abatangelo (B. Chivasso) b. Orsineri (Olympia carpi) ai p.
Gherardi (Salus PC) b. Gatti (Bergamo Boxe) ai p.

Speciale qualificazioni olimpiche.

A Plovdiv.

Il peso gallo Mario Pisanti è stato battuto dal bielorusso Holivagy Hacigov per 29 a 16.
Nei pesi welters, Daniele Petrucci ha battuto il ceco Stepan Horvath per 37 a 15 e nel prossimo turno incontrerà l'inglese Neil Perkins ( perde ai punti 25 a 20 ) che ha battuto lo spagnolo Manuel Hidalgo per rsco , poi sulla sua strada dovrebbe arrivare... il turco Bulent Ulusoy, che ha già fatto parlare di sè battendo per 17 a ...16 il lettone Grishukin!
Nei pesi mediomassimi, Clemente Russo incontrerà il georgiano Torniko Ivetashvili ( vince ai punti 34 a 19 ) e poi... il bielorusso bronzo ai mondiali e sua bestia nera Aripgadzhiev.


A Varsavia.

Nei pesi mosca Picardi ha battuto il gallese Edmonds ed incontrerà il ...turco Kordel.
Nei pesi superleggeri, vittoria di Di Rocco sull'inglese Brough per 34 a 13.Il prossimo sarà il bielorusso Bykovsky e poi ci sarà o il rumeno Ionut oppure il bulgaro Georgiev.
Nei pesi massimi, Betti ha battuto il lituano Subacius per 29 a 20,incontrerà il ceko Polakovic e poi o il bulgaro Pulev oppure il tedesco bronzo ai mondiali Stefan Kretschmann.
Tra le sorprese, la vittoria dello svedese Patrick Bogere nei superleggeri sul polacco Malinowski.


Vuoi sapere quando questo autore pubblicherà nuovi articoli, tramite sms iscriviti!o tramite e-mail iscriviti!

utenti connessi in questa pagina: