KINGS OF THE RING "GRAND TOURNOI" dei 100.000 dollari "Trofeo Oliviero" By Dc


Domenica sera al Palasport "Flaminio" di Rimini è andato in scena KINGS OF THE RING "Trofeo Oliviero", il torneo mondiale ad eliminazione diretta tra tutti i migliori campioni mondiali della categoria 72,500 kg. (kick boxino regole). I vincitori delle due pool del torneo si sono aggiudicati l'accesso al prestigioso "GRAND TOURNOI" dei 100.000 dollari di Parigi.
Come da aspettativa il torneo è stato il migliore che si è mai visto a Rimini . Infatti questa sfida mondiale, organizzata dal ex pluri campione mondiale Davide Carli e Harry Gorian in collaborazione con Samy Kebchi, CANAL+ e la federazione FIKEDA, ha strappato applausi a non finire al pubblico presente. Quindi otto campioni si sono affrontati in un torneo a eliminazione diretta sotto le regole della kick boxing, diviso in due distinte pool, dove entrambi i vincitori si sono aggiudicati la qualificazione al "GRAND TOURNOI" dei 100.000 dollari di Parigi. Il tutto ripreso dalle telecamere di CANNAL+ che manderanno in onda l'intera manifestazione.
Le due pool erano così divise:


1° pool
- Yaucat Guendi ( France ) campione mondiale WAKO PRO
- Petr Henes ( Cechia ) campione intercontinentale WMC
- Fabrizzio Bergamini ( Italia ) campione mondiale WAKO PRO
- Ignacio Sanchez ( Spagna ) campione mondiale di savate FIBF
2° pool
- Laurent Periquet ( Belgio ) campione europeo WKN
- Goran Borovic ( Croazia ) campione del mondo di savate FIBF
- Yuriy Bulat ( Biellorussia ) pluri campione russo di kick-thai boxe
- Miguel Marquez ( Portugal ) campione europeo WAKO PRO
Anno aperto la serata il francese Yaucat Guendi (campione mondiale WAKO PRO) opposto al cecoslovacco Petr Henes (campione intercontinentale WMC). Il match è partito subito alla grande con da subito scambi duri. Il francese dalla tecnica un po' insolita, ma molto più impostato sullo stile del savate ha avuto la meglio sul thaiboxer Petr Henes, che sebbene aesse una messo a segno combinazioni migliori, si ostinava a commettere penalità che poi hanno fatto la differenza sul cartellino dei giudici. Spettacolarissimo il secondo incontro del torneo, tra l'italiano Fabrizzio Bergamini campione mondiale WAKO PRO e lo spagnolo Ignacio Sanchez campione mondiale di savate FIBF. Non si sono di certo risparmiati i due atleti, infatti non si sono dati tregua impostanndo il match sulla breve distanza e colpendosi con montanti, ganci e trementi low kick. Alla seconda ripresa l'italiano ha subito un conteggio causato da un gancio sinistro di Ignacio Sanchez che lo ha fatto passare in vantaggio. All'ultima delle tre riprese previste Fabrizio Bergamini ha provato a alzare ulteriolmente il ritmo, ma la ottima preparazione dello spagnolo gli ha consentito di replicare su ogni attacco. Si è aggiudicato cosi la vittoria Ignazio Sanchez.
Forse il meno spettacolare dei match è stato tra il belga Laurent Periquet (campione europeo WKN)
e il croato Goran Borovic (campione del mondo di savate FIBF). Goran Borovic è risultato molto più preparato e determilato del belga, che si è limitato a tamponare gli attacchi del croato. Comunque il pubblico è rimasto incredulo quando Laurent Periquet è riuscito ad arrivare in piedi all'ultima ripresa, sopportando così tutti gli attacchi di Goran Borovic che risultavano sempre più agressivi!!! Il biellorusso Yuriy Bulat (pluri campione russo di kick-thai boxe) ha dato spettacolo fin dai primi round del torneo. Infatti nel primo match contro il portoghese Miguel Marquez (campione europeo WAKO PRO) il biellorusso ha dimostrato di essere un guerriero. Infatti il thaiboxer Yuriy Bulat replicava con potenti low kick e middle kick, tutti gli attacchi del portoghese, aggiudicandosi cosi l'incontro.
Il vincitore della 1° pool è stato Ignacio Sanchez che ha disputato la finale con Yaucat Guendi. Lo spagnolo ha impresionato tutti per la sua determinazione e la sua potenza nelle tecniche. Qui il francese ha stupito tutti per la sua capacità di incassare i colpi senza battere ciglio, anzi controbattendo con pericolosissimi montanti al viso che hanno disorientato lo spagnolo. Alla fine della terza ed ultima ripresa e stato neccessario il round di spareggio che poi ha aggiudicato la meritata vittoria a Ignacio Sanchez. La seconda pool invece è stata vinta da Goran Borovic ( Croazia ) in una finale molto equilibrata con il biellorusso Yuriy Bulat. Anche qui gli atleti non si sono risparmiati, infatti entrambi una volta a testa hanno piegato le gambe a causa dei colpi ricevuti. Anche qui è stato neccessario lo spareggio supplementare, di ben due round. Nessuno dei due guerrieri riusciva aver la meglio su l'altro: la tecnica più dura e incisiva del biellorusso contro la tecnica più morbida e continua del croato. Alla fine il verdetto è arrivato sul filo del rasoio per Goran Borovic. Incontri veramente mozzafiato che non potevano deludere il pubblico. Peccato per il campione mondiale Roberto Fonti (Warriors Team) che non è riuscito a mostrare tutto il suo repertorio tecnico visto che il biellorusso SERGEI KOLIMAZNOV che si è subito spaventato da i devastanti low kick del riminese. Quindi Roberto Fonti si è aggiudicato la vittoria per ko alla seconda ripresa. Bene anche per il campione europeo Max Tordi che ha dato vita ad un match emozionante e grintoso, ma che si è conluso in appena due round. Max tordi alla seconda ripresa ha centrato il cecoslovacco Petr Brzubchati con un diretto destro d'incontro che gli ha proprio spento le lucine. Cristian "RED" Valli ha dato spettacolo con le sue ginocchia, ovviamente sempre in un match di thai boxe contro il croato Robert Tomljencvic. Anche in questo match la conclusione è arrivata al 2° round, ma stavolta con una serie di ginocchiate al viso. Infine molto spettacolare anche l'incontro di full contact tra Mauro Sulcis e il cremonese Adamo Zanotti. Anche in questo caso la vittoria è andata a l'atleta di casa, ma ai punti. Molto bella l'esibizione di aikido del maestro Loris Ermeti. Inoltre nella serata è stato presentato il film "999 i campioni siamo noi" con un promo che ha attirato sicuramente la curiosità del pubblico. Infatti il film racconta la storia del pugile Armando Bellotti interpretata da l'ex pluri campione mondiale Davide Carli, quindi tutto riminese.

vogliamo il tuo parere clicca sotto:

Forum

utenti connessi in questa pagina: