LA CADUTA DEGLI DEI!!!!!
Speciale sport da combattimento... by RINALDO R

KICK BOXING "il ritorno dei guerrieri": 12 aprile 2003 ancora una volta tutto esaurito al Palasport Arcella di Padova!

Una serata che registrava il tutto esaurito al palasport "Arcella", curata in modo perfetto dal M° Ravarro Roberto della Maverick Gym di Selvazzano, il quale bissava il successo avuto lo scorso novembre con la terza edizione di "Kick Boxing Mondiale". Stavolta però il cartellone degli incontri risultava inferiore di numero ma non di levatura rispetto alla scorsa edizione.
La serata si apriva con un'incontro di Thai Boxe categoria 65 kg che opponeva il padovano Matteo Danieli al ferrarese Boccafogli Alessandro. Il match vedeva Danieli costretto ad abbandonare per un taglio all'arcata sopraciliare dopo 4 riprese di duri scambi.
Il secondo incontro vedeva Francesco Tadiello (Kick Boxing 67 kg) subire il primo K.O. della sua verde carriera contro un avversario, il piemontese Mazzurri, che già aveva battuto per K.O. mentre Mirko Cappellato perde ai punti in uno spettacolare contro l'austriaco Lantigua (Thai Boxe 83 kg).
L'atteso incontro di Free Fighting, categoria 110 kg tra il francese di colore Ouedrago e l'ungherese Nemeth si risolveva già al primo round, quando il francese, dopo una serie devastante di ginocchiate al volto, con un preciso low kick alzava praticamente da terra i 117 kg dell'ungherese ponendo così fine all'incontro. Marco Fidanzia, campione austriaco e di chiara origine italiana, si confrontava con una vecchia conoscenza del pubblico padovano, il croato Veceric, (TB 70 kg) l'incontro partiva spumeggiante mostrando spettacolari tecniche di calcio, ma veniva interrotto dal medico per una ferita all'occhio dell'atleta austriaco già alla prima ripresa, decretando così la vittoria di Veceric.


Ed ecco il ritorno del guerriero, Azem Maksutaj, salire sul ring per affrontare l'ungherese Tihamer Brunner in un incontro di Thai Boxe nella categoria 95 kg. Un incontro che sulla carta era a senso unico: 10 cinture mondiali per lo svizzero Azem Maksutaj. Invece la sfida si è chiusa nel più inatteso dei modi. Perché se fin dall'inizio il favorito affonda i suoi potenti colpi mettendo alle strette l'avversario, poi è proprio l'ungherese Brunner a trovare la mossa a sorpresa. Una sua ginocchiata colpisce al volto Maksutaj e per avere una diagnosi attendibile non c'è nemmeno bisogno dell'analisi del medico: frattura esposta del setto nasale. Incontro a Brunner.


La serata cominciava a farsi sempre più interessante.
Salivano ora sul ring il conosciuto francese Yassine ed l'austriaco di origine siriana Fadi Merza che davano vita ad un altro spettacolare match di Thai Boxe nella categoria 72,5 kg. Il francese, dall'alto della sua precisione tecnica e potenza, dava l'impressione di sopraffare tranquillamente l'austriaco che si rivelava invece un vero guerriero del ring, rispondendo colpo su colpo al più aggressivo avversario. L'incontro però si concludeva alla fine del 2° round, quando un potente middle kick di Yassine colpiva Merza al braccio destro impedendo al siriano di continuare l'incontro.


Ed ecco l'incontro clou della serata: il giapponese Sato, campione del mondo W.K.A. sfidava il thailandese Itthipol, campione del mondo W.P.K.C. in un incontro di Muay Thai tradizionale (ammesse anche gomitate al viso) nella categoria 67 kg. Subito dal primo round, il match si rivelava spettacolare, durissimo ed equilibrato, entrambi gli atleti dimostravano una potenza e una classe veramente altissima. Ma nella seconda ripresa, un attimo, una doppia, micidiale, scarica elettrica: sul thailandese Itthipol si scaricano in fulminea successione il destro e il sinistro di Sato. Itthipol va al tappeto. Si rialza barcollante e poi stramazza di nuovo a terra. Il thailandese resta a terra e solo dopo qualche minuto la voce dello speaker arriva a tranquillizzare gli attoniti spettatori: "Itthipol ha ripreso conoscenza ma resterà sdraiato ancora un pò per motivi precauzionali" dice, mentre Sato festeggia col pugno alzato, aggrappato alle corde del ring, davanti al pubblico del rivale.
"Il ritorno dei guerrieri" è finito così, al decimo incontro di una serata dedicata ai più spettacolari sport da combattimento.
Una serata di grande sport! Speriamo di continuare in futuro a rivederle, magari ancora più belle e spettacolari. Siamo certi comunque che il M° Ravarro farà di tutto per accontentarci.

Tre EVENTI Firmati CISCO

...............

utenti connessi in questa pagina: