Gala boxe sotto le stelle(marilena "la iena" Andronico contro paola massagrande) by luigi marino


Un'intensa serata di gala, dedicata a tutti gli stili di sport combattimento, quella organizzata magistralmente dal promoter pugliese Giacomo Baccaro, sotto l'egida della C.I.SCO. (Confederazione Italiana Sport da Combattimento), in collaborazione con la F.P.I, nel suggestivo scenario allestito presso la Selva di Fasano, in provincia di Brindisi. Un programma interessantissimo, ricco di sfide ragguardevoli, con un momento clou d'assoluto prestigio, che vedeva incrociare i guantoni l'ex iridato Michele Piccirillo e l'ottimo argentino Dario Ruben Oliva, contesa che per la cronaca veniva conquistata dall'alfiere italiano per k.o alla sesta ripresa, con un conclusivo montante sinistro al fegato. Tra i match sottoclou, s'è distinta la sfida tra la messinese Marilena Andronico, già vice campionessa mondiale dilettante di Thai Boxe W.k.a., allenata e seguita all'angolo dal Maestro Toni Auditore e la romana Paola Massagrande, accompagnata dal maestro Marco Gilotti, a sua volta campionessa mondiale professionisti di Kick Boxing Wpkc, opposte in un match di kick boxing al limite dei kg.53.

Quattro riprese bellissime, sia per connotati tecnici che per vivacità, con le due ragazze che davano vita ad uno scontro maschio, senza esclusioni di colpi, vinto dalla romana di strettissima misura ai punti. Nel dettaglio - le due belle atlete - concedevano pochissimo spazio alla consueta fase di studio, pertanto gia dalla prima, pur registrando un sostanziale equilibrio, si assisteva a delle accese schermaglie, con la Massagrande che cercava di prendere le misure, con tecniche pugilistiche e la siciliana, che maggiormente sfrontata, attaccava stile "Ramon Dekker", piazzando qualche buon calcio, rinunciando qualcosa sotto il profilo difensivo. Nel secondo e terzo round, la romana faceva valere la superiore esperienza, combinando precise azioni di pugni e calci, che in alcune circostanze raggiungevano, una mai doma Andronico, che tuttavia rispondeva colpo su colpo. L'ultima ripresa vedeva un buon ritorno delle messinese, che pur provata dalla fatica, replicava ai tentativi di boxe della Massagrande, con puntuali bordate di low e middle kick, che s'infrangevano sulle gambe ed il tronco dell'avversaria. Nulla da eccepire, un incontro tutt'altro che sparagnino, che ha messo in bell'evidenza il valore di queste due atlete.

 

Al di là del risultato negativo, c'è da dire la Andronico è comunque caduta in piedi, pagando esclusivamente lo scotto del noviziato, opposta ad un'avversaria più esperta, già atleta professionista da oltre un anno e di peso maggiore, non a caso la giovane messinese del maestro Toni Auditore, combatte solitamente al limite dei kg.50. Tuttavia la sua prova generosa, non è passata inosservata, tant'è che riscuoteva i consensi sia dei numerosi addetti ai lavori, che dei circa 1.500 presenti, alla kermesse di sport da ring.
Luigi marino

Team auditore info 3478441984 ski@tiscali.it donatofabrizio@msn.com

utenti connessi in questa pagina: